L'associazione

PRESENTAZIONE DELL'ASSOCIAZIONE

Fondata nel febbraio del 1997 su iniziativa di persone affette da fibromialgia, preoccupate per il peggioramento della loro salute e dalla mancanza di conoscenza di questa sindrome. L’Associazione Svizzera dei Fibromialgici (ASFM) si è imposta quale scopo principale di far conoscere e dunque riconoscere la fibromialgia, rappresentare e sostenere i propri membri presso il grande pubblico e gli organismi ufficiali del mondo medico, farmaceutico, sociale e politico. La sua sede sociale è a Yverdon-les-Bains ed è membro della Lega Svizzera contro il Reumatismo (LSR) dal 1999.

L’ASFM desidera offrire una piattaforma d’informazioni, di sostegno, di scambi e di incontri con attività, conferenze, seminari e corsi, alfine di concentrare gli sforzi di ciascuno in una lotta per il riconoscimento di questa sindrome che è stata scoperta e diagnosticata nel XVIII° secolo come reumatismo muscolare, poi definita fibromialgia nel 1976, dal latino fibra (fibro) e dal greco myo (muscolo) e algos (dolore).

Malgrado l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) già nel 1992 l’abbia riconosciuta in quanto malattia reumatica, poi nel 2007 come malattia a tutti gli effetti con il termine di fibromialgia, secondo la propria lista di classificazione internazionale delle malattie, in Svizzera rimane non riconosciuta, e quindi scarsamente supportata, tra l’altro, dall’Assicurazione Invalidità (AI).

I dolori cronici, obbligano la maggior parte delle persone colpite da questa sindrome, anche se a malincuore, a dover adattare, diminuire se non addirittura abbandonare la propria attività professionale, senza poter beneficiare di una qualsiasi compensazione finanziaria che consenta loro di vivere in condizioni decenti e soprattutto di continuare i trattamenti medici in maniera ottimale. La maggior parte di loro si trova improvvisamente confrontata con una situazione così sconfortante di fragilità, sia sul piano materiale, che fisico e psicologico, che accresce il senso d’incomprensione, rifiuto, vergogna e isolamento.

Il numero delle persone colpite dalla fibromialgia, aumenta di anno in anno e rappresenta oggi più del 2% della popolazione svizzera.

È dunque di primaria importanza incoraggiare la ricerca medica a sviluppare rimedi e trattamenti terapeutici efficaci ad alleviare i dolori causati da questa sindrome, facendo riconoscere alle autorità pubbliche la gravità di questi sintomi. Alla luce di queste costatazioni, l’ASFM s’impegna dunque a realizzare il proprio credo, facendo conoscere e infine riconoscere la fibromialgia per permettere di aiutare e sostenere al meglio tutti coloro che ne soffrono.

L’ASFM è un’associazione senza scopo di lucro, senza alcuna connotazione politica o religiosa, che funziona grazie alle quote associative dei propri membri, ai contributi di benefattori, alle donazioni a una quota parte di sovvenzioni versate dall’Ufficio Federale della Sanità Pubblica (OFSP) e dall’Ufficio Federale delle Assicurazioni Sociali (OFAS) ripartiti secondo la decisione della Lega Svizzera contro il Reumatismo (LSR).